4423 visitatori in 24 ore
 219 visitatori online adesso





Stampa il tuo libro



Giuseppe La Rocca
 Le sue poesie


Seguici su:




Ti piace come scrive poesie Giuseppe La Rocca? Allora clicca su questo pulsante per condividere su Google+.

Cerca la poesia:



Giuseppe La Rocca in rete:
Invia un messaggio privato a Giuseppe La Rocca.


Giuseppe La Rocca pubblica anche nei siti:



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

L'ebook del giorno

La morte di Ivan Ilijc

La morte di Ivan Il'ic è una delle opere più celebrate di Tolstoj, influenzata dalla crisi spirituale dell'autore, che (leggi...)
€ 0,99


Giuseppe La Rocca

Matri ‘un ti scantari

Dialettali
Matri ‘un ti scantari
‘A campana purtau ‘a notizia ê quattru venti,
‘a vuci curriu pi tutta ‘a cuntrata,
‘ na pricissioni d’amici e parenti
ca finiu sulu ora a tarda sirata.
Sinni eru tutti quanti matri mia
e mentri ‘a notti avanza lentamenti
ìu sugnu cca a parrari cu tia,
picchì sacciu ca ancora mi senti.
Stasira nta tò’ vucca ‘un c’è lamentu,
niscìu stamatina l’ultimu çiatu,
fineru ‘i tò peni e ‘u turmentu
ca pi tant’anni t’hannu martiriatu.
Quannu oj tinni isti eru luntanu
e ‘un potti fari chiddu ca vulìa,
teniri stritta stritta la tò manu
e nsinu all’ultimu fariti cumpagnia.
E diriti comu facìa di picciriddu,
quannu turnavamu a casa ô scurari,
puru s’avia ‘u cori nt’un pugniddu:
“Matri, ci sugnu ìu, ‘un ti scantari!”
Vulau ‘a notti a parrari cu tia
e ora ca cumincia ad agghiurnari
mi pari di sintìriti, matri mia:
“Tranquillu, figghiu, ‘un ti ngustiari!”

Traduzione dal dialetto sicilianoi:
Madre, non ti spaventare.
La campana ha portato la notizia ai quattro venti/ la voce è corsa per tutto il paese/ una processione di amici e parenti/ che è finita solo ora a tarda serata./ Se ne sono andati tutti quanti, madre mia,/ e mentre la notte avanza lentamente,/ io sono qua a parlare con te/ perché so che ancora mi senti./ Stasera nella tua bocca non c’è lamento/ è uscito stamattina l’ultimo respiro/ sono finite le tue pene e il tormento/ che per tant’anni ti hanno martoriato./Quando oggi te ne sei andata, ero lontano/ e non ho potuto fare quello che avrei voluto/ tenere stretta stretta la tua mano/ e fino all’ultimo farti compagnia./ E dirti come facevo da bambino/ quando tornavamo a casa all’imbrunire,/ anche se avevo il cuore in un piccolo pugno,/ “Madre ci sono io, non ti spaventare!/ E’volata la notte a parlare con te/ e ora che comincia a fare giorno,/ mi pare di sentirti, madre mia:/ “Tranquillo. figlio, non ti angustiare!

Giuseppe La Rocca 09/11/2017 21:34| 186 145

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
Se vuoi pubblicare questa poesia in un sito, in un blog, in un libro o la vuoi comunque utilizzare per qualunque motivo, compila la richiesta di autorizzazione all'uso.


 
I commenti dei lettori alla poesia:
Non ci sono messaggi nella bacheca pubblica dei lettori.
Scrivi il tuo commento su questa poesia
Sei un lettore? Hai un commento, una sensazione, un'espressione da condividere con l'autore e gli altri lettori? Allora scrivilo e condividilo con tutti!

La bacheca della poesia:
Non ci sono messaggi in bacheca.

Amazon Prime

Link breve Condividi:


Chi ha letto questa poesia recentemente ha anche letto:
’U vecchiu piru di Giuseppe La Rocca

Selezione per pubblicare un libro

Volete pubblicare un vostro libro, un libro vero? Su carta, con numero ISBN gratuito? Con la possibilità di ordinarne copie a prezzo ridotto per voi ed i vostri amici? Sottoponetelo alla nostra selezione. (Scadenza di questa offerta: 30 giugno)
Facciamo un esempio: se avete un manoscritto su file doc, docx, odt o pdf già pronto secondo i formati e le impostazioni standard (vedi specifiche) ed un bozzetto di una copertina con immagine a 300dpi allora vi possiamo già fare un esempio del costo con il nostro servizio editoriale base:
Libro di 120 pagine in formato "6x9" (15,24x22,86 cm) in bianco e nero e copertina flessibile opaca a colori pubblicato con il nostro servizio base: 50 copie a 149 euro, 100 copie a 266 euro, 200 copie a 499 euro, comprensive di stampa, iva e spedizione.
Per informazioni cliccate qui.
Attenzione: non tutte le opere inviate verranno accettate per la pubblicazione, viene effettuata una selezione

Dialettali
Jocu di mascari
Discutiri du tempu
’U vecchiu piru

Tutte le poesie





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2017 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it